Home / Catholica / I vincitori del concorso presepi

I vincitori del concorso presepi

di Cristina Vonzun

 

Una delle note caratteristiche del Concorso presepi indetto da anni dal Giornale del Popolo è la bella dimensione popolare che sempre si constata, non solo nella realizzazione delle natività ma pure nella molto partecipata cerimonia di premiazione. È stato così anche ieri, a Bellinzona, nella chiesa del Sacro Cuore. In tanti hanno voluto prendere parte alla premiazione dei migliori tra i 50 presepi iscritti al concorso: giovani e giovanissimi, adulti, famiglie, esperti realizzatori di presepi ma anche persone che hanno costruito una natività a partire da quanto il cuore è stato capace di suggerire loro. Ad accompagnare e animare l’evento è intervenuta la perfetta regia della comunità del Sacro Cuore di Bellinzona, che da anni collabora con il GdP nella realizzazione del momento conclusivo del concorso, che avviene in concomitanza con la chiusura del Percorso presepi allestito dalla stessa comunità. Il programma della premiazione ha visto un’alternanza di momenti di riflessione e musicali proposti dalla comunità del Sacro Cuore, alla premiazione dei migliori tre presepi per altrettante categorie in concorso. È stata Alessandra Zumthor, direttrice del GdP, a premiare i vincitori. 

Nella categoria presepi parrocchiali del Sopraceneri ha vinto il presepe allestito dalla Parrocchia di Giubiasco, lavoro di ben 67 bambini con le loro catechiste. Secondo di questa categoria si è classificato il presepe costruito nella chiesa della Sacra Famiglia a Locarno. Il terzo posto è stato attribuito alla natività della Parrocchia di Gorduno creata dai bambini della Prima Comunione aiutati dalle catechiste.

Nella categoria presepi parrocchiali del Sottoceneri il primo premio è stato assegnato al presepe esterno -luminoso- realizzato dai giovani dell’oratorio di Balerna, mentre il secondo posto è stato attribuito all’originalissima natività costruita con la pasta dai bambini dell’oratorio di Novazzano. Il terzo posto nella categoria dei presepi parrocchiali del Sottoceneri è invece andato ad un’opera esterna: il presepe di Villa Luganese, un lavoro comunitario realizzato in legno, collocato al centro della piazza del paese e benedetto dal parroco.

Quest’anno la categoria dei presepi non parrocchiali ha interessato la zona del Vicariato del Malcantone – Vedeggio. Al primo posto è stato scelto il presepe creato dalla Fondazione La Fonte di Neggio. Gli autori (animatori e ospiti) hanno dato vita ad un lavoro che rappresenta in modo sobrio ma molto suggestivo l’ambiente desertico della Palestina. In questa categoria il secondo premio è andato al presepe allestito nella loro casa da Brunello e Loredana Fraccaroli di Castelrotto, mentre terzi si sono classificati Agostino e Agnese Lurati di Bioggio.

Nell’edizione di domani il GdP pubblicherà le foto dei migliori presepi in concorso e i giudizi delle tre giurie che li hanno valutati.


Source link

About tioggiadmin

Check Also

La canzone del giorno: "103 parole"

Musica ticinese capitolo 119: Valentino Alfano Source link