Home / Economia / Latte e burro bio sono in aumento

Latte e burro bio sono in aumento

BERNA – Negli ultimi cinque anni la quantità di latte biologico valorizzata è aumentata: dal 2012 la quota di mercato è progredita dal 5,3% al 5,7% nel 2016. I prezzi tuttavia sono rimasti praticamente stabili. La crescente domanda di latte bio però potrebbe causare delle carenze nell’industria che produce burro biologico.

Lo scorso anno la quantità di latte trasformato ha segnato un aumento continuo raggiungendo 196’252 tonnellate (+6% dal 2012), indica in un rapporto odierno l’Ufficio federale dell’agricoltura (UFAG). Nei primi quattro mesi del 2017 è stato inoltre registrato un incremento dell’1,4% del latte biologico valorizzato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

I produttori ricevono per il loro latte biologico circa 74 centesimi al chilogrammo, mentre per il latte convenzionale il prezzo si aggira intorno ai 52 centesimi al chilogrammo, indica il servizio d’informazione agricola (LID). Bio Suisse, l’associazione degli agricoltori biologici, richiede ora un aumento di 3 centesimi al chilogrammo. La produzione di latte starebbe infatti scarseggiando, rileva l’associazione.

Le mucche in estate sono sulle alpi dei cantoni di montagna e il latte viene lavorato sul posto e non prodotto attraverso i canali bio. Un calo della produzione di latte biologico del 25-30% durante i mesi estivi è dunque normale, sottolinea Ania Biasio, portavoce di Bio Suisse citata nel comunicato del LID.

La crescente domanda di latte è inoltre destinata a prodotti come lo yogurt o il formaggio e dunque esiste anche il timore di una carenza nell’industria che produce burro biologico: nella prima settimana di luglio si registrano circa 29 tonnellate di scorte, lo scorso anno nello stesso periodo erano 249, rileva Biasio. I prodotti durevoli come il burro sono spesso realizzati in primavera, quando la produzione di latte biologico è elevata, e poi immagazzinati.

«La disponibilità per il mese di agosto è messa in discussione» afferma Biasio. Emmi, produttrice nel settore del latte, sta esaminando delle alternative. Sempre più aziende stanno valutando la produzione di latte e prodotti bio e anche la domanda è in costante crescita.

L’agricoltura biologica è infatti aumentata nettamente: 386 nuove aziende si sono annunciate presso Bio Suisse al primo gennaio 2017. A inizio anno 6’140 imprese agricole e orticole svizzere hanno ottenuto il marchio Gemma Bio e producono rispettando le direttive Bio Suisse. Altre 885 aziende di trasformazione e commerciali con licenza producono o commerciano alimenti Gemma.

Le aziende biologiche coltivano oltre il 13% dei terreni agricoli in Svizzera.


Source link

About tioggiadmin

Check Also

VD: un anno di carcere per truffatore inglese

Un cittadino inglese è stato condannato oggi a Renens (VD) ad un anno di carcere …